Valzer invernale.

Sai fare dei momenti scatole di tempo per donarmi istanti grandi come aquiloni in un cielo di maggio. Hai sulle dita pensieri onnipotenti e fragili da ricamare sull’orlo delle notti insieme a me, tinte di rosso e di ogni altro colore dell’universo. Appesi ai nostri sguardi sgocciolano passati stesi lì a guardarci in un ballo che non è per loro, ombre affascinanti per i nostri occhi nuovi che si cercano in ogni ora e in ogni prima. Stringimi forte se ho paura di quel che non sappiamo, mandami giù nel profondo delle pance vuote, assumi un amore che ha la forma dei miei passi stentati e di quelle mani attaccate in fondo alle braccia che fluttuano su fianchi, vite, guance.

Svuotami dentro come scatoloni di cantine preziose, scoprimi e ritrovati in me; io tengo in tasca il salto nel buio che è stato e ancora è questo orizzonte insieme e lo custodisco nel suo sfuggire tra la forma che si crea di noi come di un divano vissuto, una scarpa camminata, una maglia abbracciata.

Srotolo parole per scriverti, e tu sei già stata come mai saprò davvero, resterai per sempre un mistero; porti dentro momenti nascosti, celati ai miei occhi piccoli, alle mie orecchie timide, alla mia bocca impettita, alle mie mani sciocche, al mio naso distratto.

Questo incontrarci che è stato un cristallo prezioso, esploso in un’infinità di gemme, ramificazioni. Non una scintilla, ma altrettanto improvviso. Una crepa, un momento dal quale si guarda il panorama prima di ricominciare a vivere. E tracciare strade diverse, dentro luoghi chiusi a chiave, mai aperti per nessuno: stanze antiche lasciate vivere dal tempo, dove rannicchiati ci si isola dal mondo. Stanze che da soli scottano la pelle e in due tremano le labbra.

Dimmi ancora io cosa sono e portami a spasso sotto le tormente di neve, a ghiacciarmi le mani per poterti toccare e piano piano non sentire più, indovinare sempre. Io resto fuori dalle porte chiuse di ogni tua paura, a costruire origami e sciogliere candele: fammi custode della tua bellezza, di ogni tua intima lotta.

Io tesso girotondi di frasi, caleidoscopi di baci, anelli di sorrisi intorno al tuo cuore.

Annunci